Cerca nel blog

venerdì 22 novembre 2013

I "mutandoni" della cortigiana



Questi mutandoni o calzoni femminili detti anche "braghesse" sono appartenuti quasi sicuramente ad una cortigiana vissuta nella seconda metà del 1500. Sappiamo infatti dalla documentazione dell'epoca che le prostitute erano solite portare quest'indumento intimo in bella vista con scarpe altissime dette "pianelle", raro è invece trovarli tra i corredi delle nobildonne anche se non mancano le eccezioni come si può vedere nell'inventario del corredo di Maria de Medici, la futura regina di Francia, dove se ne contano ben 32 paia.
Prodotti in Italia sono stati confezionati con tela di lino ricamata a punto scritto con filo di seta blu. Il ricamo disegna elementi geometrici che ad un certo punto si interrompono per formare dei cartigli entro i quali c'è scritto VOGLIO IL CORE. E' presente in alto un cinturino con un bottone in legno rivestito di oro filato mentre in basso si trova un nastro di seta color celeste che forma la bordura. Internamente i mutandoni sono foderati da una tela di cotone color avorio cucita a mano.