Cerca nel blog

venerdì 1 novembre 2013

La bambina e la scimmietta




Nata a Mantova Eleonora era una bella bambina dai riccioli biondi, ultima dei sei figli di Vincenzo Gonzaga ed Eleonora de Medici. In questo ritratto eseguito da Frans Pourbus il Giovane nei primissimi anni del 1600, la bambina ha circa 5 anni ed è raffigurata con un ricco abito ricamato, ha sul capo una splendida acconciatura realizzata con una serie di fiori di stoffa e perle; da essa fuoriesce un "pennino", un ornamento di gran moda all'epoca simile ad un rametto in oro quasi sempre arricchito con perle ma a volte anche da pietre preziose. Al collo Eleonora porta due giri di perle. La presenza massiccia di tali gemme rimanda all'antica credenza che esse fossero simbolo di innocenza e verginità quindi particolarmente adatte alle fanciulle e alle spose. Sulla manica sinistra della veste è presente un singolare pendente in oro a forma di scimmia smaltata di bianco e impreziosita da gemme e perle. Questi erano gioielli che riproducevano spesso animali o personaggi fantastici come sirene e tritoni che utilizzavano le perle "scaramazze" o "barocche", perle di forma irregolare, non tonde quindi e di dimensioni maggiori rispetto alle normali perle. Ci sono rimasti diversi esempi di questi monili che fanno ben vedere l'abilità raggiunta dagli orafi del Cinquecento nello sfruttare la forma irregolare della materia.